Home » Aziende & Business

Amazon contro Poste Italiane

28 novembre 2018 Commenta

Amazon sfida Poste Italiane, la sfida sarà all’ultimo pacco consegnato. Ecco tutti i dettagli.

AmazonAmazon sta per sfidare ufficialmente Poste italiane, attivandosi come operatore postale in Italia. La conferma di questa decisione è arrivata dalla consultazione della lista degli operatore postali italiani. Per la prima volta nella lista è apparso il nome di Amazon. Questa apparizione dimostra che l’ingresso del colosso dell’e-commerce in questo mondo è ormai imminente. Amazon si aggiunge pertanto ai nomi dei 4463 operatori postali abilitati in Italia. I nomi riconducibili all’azienda apparsi nella lista sono due, Amazon Italia Logistica e Amazon Italia Transport.

Amazon aveva già attivato il suo servizio in passato ma senza la registrazione ufficiale. Questa scelta costò al colosso una multa pari a 300 mila euro a seguito dei controlli da parte dell’Autorità Garante delle Comunicazioni (AGCOM). Il Garante impose inoltre l’obbligo di iscrizione al registro degli operatori postali.

Amazon entrerà pertanto in diretta concorrenza con Poste Italiane, come operatore ufficialmente registrato. Amazon dovrà adattare di conseguenza le sue regole interne relative ai fattorini, rispettando le disposizioni del settore logistico, che saranno sorvegliate dall’AGCOM.

Resta ancora da vedere come il colosso di Bezos sfrutterà questa nuova funzione, arrivando a mettersi in competizione con servizi postali del calibro di Poste Italiane, Nexive e Citypost. Stiamo per assistere ad una ulteriore evoluzione di Amazon, il colosso che iniziò la sua attività con la “semplice” vendita di libri.

Dal canto suo Poste Italiane vorrebbe sfruttare la sua rete capillare per svolgere un ruolo importante nel commercio sul web. La sfida tra Amazon e Poste Italiane è solo agli inizi. Chi la spunterà?

Scritto da Michele Bellotti

Commenta!

Aggiungi qui sotto il tuo commento. E' possibile iscriversi al feed rss dei commenti.

Sono permessi i seguenti tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>