Home » Internet & Tecnologia

iOS, il sistema operativo più sicuro

22 novembre 2017 Commenta

iOS si riconferma come il sistema operativo più sicuro. La dichiarazione arriva da Nokia.

iOS

Stando a quanto rivelato all’interno del rapporto che si occupa di valutare il livello di sicurezza dei dispositivi mobile, iOS si riconferma come il sistema operativo più sicuro. La dichiarazione arriva direttamente da Nokia, tramite il rapporto “Threat Intelligence”. Per arrivare a questi risultati si è tenuto conto di molti dati raccolti durante tutto il 2017 su scala globale. Hanno contribuito ai dati definitivi l’analisi delle tendenze generali e le statistiche sulle infezioni da malware. Dopo aver analizzato il traffico della rete, concentrandosi specialmente su diffusione di malware, attività di hacking e tentativi di exploit, si è giunti ad una panoramica definitiva e attendibile di questo 2017.

Analizzando il rapporto di Nokia risulta evidente come ancora una volta gli smartphone maggiormente esposti ad attacchi sono quelli con sistema operativo Android. Le infezioni hanno raggiunto un picco del 68.50% seguite a distanza da quelle per i PC Windows che sono arrivate a quota 27.96%. Il restante 3.54% ha interessato diversi altri sistemi operativi, tra cui anche iOS che si conferma di conseguenza come uno dei sistemi più sicuri.

Analizzando con maggiore attenzione il report si nota che le infezioni relative al sistema operativo Android riguardano nella maggior parte dei casi app infette scaricate da store non ufficiali. Allo stato attuale la banca dati Nokia contiene i nomi di almeno 16 milioni di malware Android. Il numero di malware rivelati è aumentato del 53% nell’ultimo anno.

A conclusione di questo 2017 è arrivata una nuova potenziale minaccia. Nello specifico nel mese di settembre sono state segnalate otto gravi vulnerabilità nel protocollo Bluetooth. Queste vulnerabilità potrebbero rappresentare un serio pericolo per la sicurezza di miliardi di dispositivi.

Scritto da Michele Bellotti

Commenta!

Aggiungi qui sotto il tuo commento. E' possibile iscriversi al feed rss dei commenti.

Sono permessi i seguenti tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>