Home » Poker & Skill games

Novità sulle Slot Machine: Legge di stabilità

24 ottobre 2016 Commenta

Con la legge di stabilità saranno apportate alcune modifiche al settore Slot Machine. Ecco cosa cambierà

legge di stabilità

Quello del gioco d’azzardo è un settore particolarmente forte in Italia. Tale forza è evidente nel costante tasso di crescita, che è uno dei più alti del nostro Paese. Analizzando i dati relativi al 2015 scopriamo che oltre 1.5 milioni di italiani hanno effettuato in almeno un caso una giocata online.

Il settore ha fatto registrare una crescita del 13% nel 2015, spingendo i giocatori a sborsare 821 milioni di euro. Questa cifra rappresenta il 4.8% sul totale del settore giochi.

L’Osservatorio Gioco Online del Politecnico di Milano ha presentato alcuni dati relativi all’andamento del gioco online. Secondo questi dati il gioco online andrebbe suddiviso in categorie principali: Casinò Online, Scommesse sportive, Poker, Scommesse Virtuali e Skill Games.

Il Casinò Online è quello che trascina maggiormente il settore, dato che registra una crescita annua del 27%. Parte del successo dei casinò online dipende dalla presenza delle slot machine. Il 60% degli introiti dipende proprio dalle slot machine, introiti che aumentano del 41% su base annua.

Le slot machine saranno interessate da alcuni cambiamenti per volere della Legge di stabilità che tra i vari obiettivi si pone quello di porre fine al gioco illegale e aumentare le entrate fiscale. Per aumentare le entrate fiscali, la Legge di stabilità prevede un aumento sulla tassazione delle Newslot che sarà portato al 17.5%, garantendo così un’entrata extra di 500 milioni di euro. La modifica sulla tassazione interesserà anche le slot VLT. In questo caso la tassazione sarà portata al 5.5%.

La Legge di stabilità prevede anche un inasprimento delle sanzioni, che possono arrivare fino a 20 mila euro in caso si dimostrasse la presenza di slot in grado di collegarsi a casinò online privi della licenza AAMS.

Scritto da Michele Bellotti

Commenta!

Aggiungi qui sotto il tuo commento. E' possibile iscriversi al feed rss dei commenti.

Sono permessi i seguenti tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>