Home » E-Gov & Privacy

Parlamento Europeo contro le pubblicità personalizzate

24 Giugno 2020 Commenta

Il Parlamento Europeo ha votato contro le pubblicità personalizzate di Facebook e Google. Ecco cosa cambierà per gli utenti.

Il Parlamento Europeo si è espresso in merito ad una importante questione. La votazione ha dato un esito chiaro con una maggioranza schiacciante, in risposta alla proposta avanzata da Paul Tang, deputato socialista olandese. Grazie a questo voto l’UE si esprime in modo definitivo contro le pubblicità personalizzate delle grandi aziende del web come ad esempio Google e Facebook. Le pubblicità personalizzate si basano sulla profilazione dell’utente e rappresentano una importante voce negli introiti di queste compagnie.

Paul Tang ha voluto menzionare all’interno di un post l’operato del Parlamento Europeo contro i giganti del web. “Come Davide contro Golia, il Parlamento Europeo scaglia una pietra contro i giganti americani della tecnologia… Queste aziende continuano a utilizzare i nostri dati personali come modello di business e hanno un vantaggio competitivo tale che nessun’altra azienda può entrare in competizione con loro. Anche se questa è solo la prima pietra, è una mossa significativa contro il potere dei giganti della tecnologia“.

Grazie all’approvazione di questo provvedimento (votato favorevolmente da 503 parlamentari su 701), Google e Facebook non potranno più effettuare operazione di targeting per mostrare pubblicità personalizzate agli utenti.

Secondo Tang “le grandi compagnie del mondo della tecnologia considerano i dati personali degli utenti come merce” e questo atteggiamento “oltre a interferire con la nostra privacy… non è salutare per Internet“.

Si stanno organizzando petizioni per spingere Facebook e altri colossi a rimuovere del tutto le pubblicità personalizzate.

Sembra proprio che l’Unione Europea stia diventando più sensibile all’argomento.

Scritto da Michele Bellotti

Commenta!

Aggiungi qui sotto il tuo commento. E' possibile iscriversi al feed rss dei commenti.

Sono permessi i seguenti tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>