Home » Aziende & Business

Facebook, Instagram e WhatsApp down, azione del Codacons

18 Marzo 2019 Commenta

Il down dei Social di Zuckerberg, Facebook, Instagram e WhatsApp ha causato danni anche alle aziende. Il Codacons chiede un risarcimento.

Codacons

Durante la serata del 13 Marzo tre dei più utilizzati e conosciuti servizi di social network sono andati down praticamente in tutto il mondo. Nella storia di questi Social si tratta del più lungo periodo di down. Il problema è durato per oltre 10 ore in modo continuato. Gli utilizzatori di Instagram, Facebook e WhatsApp non hanno potuto utilizzare i servizi.

Ad oggi non sono stati ancora ufficializzati i motivi di questo black out. Secondo alcuni il problema è dipeso interamente da lavori sulle piattaforme utili per integrare i tre servizi in un’unica piattaforma. L’azienda ha da subito specificato tramite Twitter che non si trattava di un attacco hacker.

Tralasciando le motivazioni di questo pesante disservizio resta il fatto che per oltre 10 ore gli utenti non hanno potuto accedere ai tre social network. La vicenda sta avendo delle conseguenze piuttosto pesanti, tanto che si è attivato anche il Codacons.

In una nota stampa il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori (Codacons) ha dichiarato quanto segue: “In Italia un numero sempre crescente di cittadini e attività utilizza i social network a scopo lavorativo, ed è evidente che un blackout nei servizi offerti da Facebook e Instagram ha potuto arrecare un danno, specie sul fronte professionale, per una moltitudine di soggetti… Per tale motivo abbiamo deciso di scrivere a Facebook chiedendo di prevedere forme di indennizzo per tutti quegli utenti che, a causa dei disservizi odierni, abbiano subito danni materiali. Utenti che possono rivolgersi all’associazione per segnalare il proprio caso e valutare attraverso il Codacons eventuali iniziative da intraprendere“.

Il Codacons ha ribadito l’uso professionale dei social network da parte di molte aziende. Il down dei giorni scorsi ha senza dubbio causato un notevole danno al loro business.

Scritto da Michele Bellotti

Commenta!

Aggiungi qui sotto il tuo commento. E' possibile iscriversi al feed rss dei commenti.

Sono permessi i seguenti tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>