Home » Aziende & Business

Google, investimento milionario su KaiOS

2 luglio 2018 Commenta

Google ha investito oltre 20 milioni di dollari su KaiOS. L’investimento porterà ad un potenziamento dei feature phone.

KaiOSGoogle ha da poco annunciato un importante investimento di 22 milioni di dollari. L’investimento è stato fatto su un’azienda che si occupa della produzione di un sistema operativo per feature phone. Grazie a questo accordo Google avrà una presenza importante sul sistema KaiOS, potendo arrivare così su altri milioni di telefoni.

Questo sistema è nato basandosi su Firefox OS, ma è stato poi adattato ad un formato ben diverso da quello inizialmente studiato da Mozilla. Pur supportando la maggior parte delle funzioni avanzate presenti oggi sul mercato, come per esempio Bluetooth, Wi-Fi e GPS, KaiOS è stato studiato per lavorare al meglio non solo sugli smartphone ma anche sui feature phone.

Il sistema KaiOS è lo stesso che viene utilizzato anche da HMD Global, sui feature phone marchiati Nokia e si trova anche su Nokia 8110 4G. Questo sistema viene utilizzato anche da Micromax e Alcatel.

La nuova collaborazione annunciata consentirà a Google di portare i suoi servizi sul sistema. Appariranno servizi come Google Maps, Google Search, YouTube e Google Assistant. Questi servizi saranno integrati sul sistema. Con questa interessante mossa di mercato Big G si prepara a raggiungere milioni di dispositivi, in una fetta di mercato dove la sua influenza è ancora troppo debole.

Il Mobile World Congress 2018 (MWC) sembra aver riacceso l’interesse per i feature phone. Google ha colto l’occasione per sfruttare quella che sembra essere a tutti gli effetti una nuova tendenza destinata a consolidarsi nei prossimi anni. Assisteremo al ritorno dei feature phone?

Scritto da Michele Bellotti

Commenta!

Aggiungi qui sotto il tuo commento. E' possibile iscriversi al feed rss dei commenti.

Sono permessi i seguenti tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>