Home » Aziende & Business

HTC, crolla il fatturato

13 giugno 2018 Commenta

HTC è ancora in piena crisi. Rispetto al 2017 il fatturato è calato del 46%. Ecco tutti i dettagli.

HTCHTC non sta navigando in buone acque. Sembra ormai un lontano ricordo il ruolo di primo piano che l’azienda ha avuto in passato, quando era in grado di dominare il settore smartphone con prodotti tecnologicamente avanzati. La situazione attuale è piuttosto problematica e un cambio di rotta sembra essere sempre più lontano.

HTC ha rilasciato i risultati relativi al mese di maggio 2018. Il fatturato raggiunto è stato di 70 milioni di euro, se paragonato con la cifra relativa allo stesso periodo del 2017 ci si rende conto di quanto l’azienda taiwanese sia in caduta libera. A maggio 2017 infatti, l’azienda aveva generato un fatturato di 130 milioni di dollari. Il declino registrato è pari al -46%. I dati sul periodo gennaio maggio 2018 non offrono risultati migliori. Il fatturato dei primi cinque mesi si è fermato a quota 380 milioni di euro. Il numero è fortemente ridotto rispetto al fatturato dello scorso anno e ai fatturati dei diretti concorrenti.

Nello stesso periodo, HTC aveva generato un fatturato di 678 milioni di euro. Il calo sul 2017 è quindi del 44%. L’aspetto positivo, se così si può definire, riguarda il fatturato di maggio che nonostante non sia tra i più esaltanti risulta aumentato rispetto a quello di aprile. La speranza dell’azienda è quella di riuscire a risollevare almeno in parte il fatturato grazie anche alla presentazione recente del top di gamma HTC U12+ e del visore per la realtà virtuale HTC Vive Pro.

Il quadro dell’azienda taiwanese però non sembra essere particolarmente positivo, tanto da far dubitare circa il suo stesso futuro. Il successo di un singolo dispositivo non può risollevare le sorti di una società che risulta già in crisi da alcuni anni.

Scritto da Michele Bellotti

Commenta!

Aggiungi qui sotto il tuo commento. E' possibile iscriversi al feed rss dei commenti.

Sono permessi i seguenti tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>