Home » Diritto & ICT

Pirateria online, realtà in costante crescita

26 marzo 2018 Commenta

La pirateria online continua a crescere. Ecco i dati aggiornati che rivelano un trend sempre più preoccupante.

pirateria online

Stando ai dati diffusi da MUSO, società impegnata nell’analisi della diffusione della pirateria sul web, la pirateria online è in forte aumento. I siti pirata hanno avuto un notevole incremento nel numero delle visite ricevute nel 2017. Le visite ricevute supererebbero la cifra record di 300 miliardi. Si tratta di un record assoluto, raggiunto anche grazie ai contenuti di punta, ossia quelli relativi alle serie TV. Gli utenti hanno espresso una spiccata preferenza nei confronti dello streaming rispetto al download diretto o tramite torrent.

Di pari passo con la pirateria online sono cresciute le opzioni legali a pagamento per fruire di tali contenuti. Anche se le associazioni per la tutela del copyright si stanno impegnando per arginare il problema, la pirateria online rimane un problema non da poco. L’aumento delle visite a questi siti è costante, stimato in punti percentuali dell’1.6. Il 53% delle visite sono per i siti che offrono contenuti in streaming.

Il primo posto relativo alle visite pirata spetta agli Stati Uniti, con 27.9 miliardi, seguiti dalla Russia, con 20.6 miliardi di visite e dall’India con 17 miliardi. Analizzando i primi 10 posti della classifica non troviamo l’Italia.

Commentando i dati diffusi, il CEO di MUSO Andy Chatterley ha sottolineato che la lotta contro la pirateria è ben lontana dall’essere vinta.

“Si è creduto che l’aumento nella popolarità dei servizi on-demand – come Netflix e Spotify – avrebbe risolto il problema della pirateria, ma quella teoria non si è concretizzata… I nostri dati suggeriscono infatti che la pirateria è più diffusa che mai”.

 

Scritto da Michele Bellotti

Commenta!

Aggiungi qui sotto il tuo commento. E' possibile iscriversi al feed rss dei commenti.

Sono permessi i seguenti tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>