Home » Internet & Tecnologia

Android, sicurezza nuovamente a rischio

27 novembre 2017 Commenta

Il sistema operativo Android è nuovamente minacciato. Ecco in cosa consiste la falla da poco scoperta.

Android

Gli utenti Android devono prestare particolare attenzione ad una nuova minaccia. Il numero di utenti interessati è piuttosto elevato. A rappresentare un vero e proprio pericolo per la sicurezza degli utilizzatori di dispositivi con sistema operativo Android sono gli screenshot, ossia le istantanee dello schermo, che spesso utilizziamo da condividere con gli amici. Grazie ad un bug presente all’interno di Android, qualsiasi applicazione può effettuare screenshot dello schermo del dispositivo all’insaputa dell’utente e inviare l’immagine su di un server remoto.

Questa insidiosa falla è stata rivelata tramite un rapporto realizzato e diffuso dal team di MWR Labs. Il team ha sostenuto che il 77.5% degli smartphone Android sono soggetti a questo problema. La colpa sarebbe da attribuire al servizio MediaProjection, un servizio presente in Android. Al momento dello sviluppo il team di Google non ha limitato tale funzione, consentendo così alle applicazioni la capacità di effettuare istantanee dello schermo. Un hacker potrebbe pertanto sfruttare questa vulnerabilità per acquisire istantanee contenenti dati sensibili entrandone poi in possesso tramite l’invio su server remoto.

Android non è nuovo a problemi e falle di questo tipo, i dispositivi mobili sono spesso e volentieri oggetto di attacchi volti a violare la privacy degli utenti. Per poter risolvere quanto prima il problema, e chiudere la falla si suggerisce di aggiornare il prima possibile all’ultima versione di Android 8.0 Oreo.

Sicuramente non sarà l’ultima minaccia per Android, dato che solo nel 2017 sono già stati segnalati numerosi tentativi di hack, di cui abbiamo parlato in articoli precedenti.

Scritto da Michele Bellotti

Commenta!

Aggiungi qui sotto il tuo commento. E' possibile iscriversi al feed rss dei commenti.

Sono permessi i seguenti tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>