Home » Internet & Tecnologia

Apple Clips: nuova App per il video editing

18 aprile 2017 Commenta

Apple presenta Clips, la nuova App per il video editing studiata per i social. Ecco come funziona.

clips

In occasione della presentazione ufficiale del nuovo iPad e di iPhone 7 e iPhone 7 Plus RED avvenuta il 21 marzo scorso Apple aveva anche annunciato l’arrivo di una nuova applicazione. Dopo alcune settimane dal momento dell’annuncio Apple ha rilasciato in via ufficiale l’app precedentemente annunciata. L’ultima arrivata si chiama Clips ed è una app che consente la realizzazione e l’editing di video con successiva condivisione sui social. Anche se l’idea non è delle più originali, dato che sono già presenti app dalle funzionalità simili, Clips rappresenta un importante punto di svolta per Apple che si appresta a rafforzare la sua presenza all’interno dei social network. Lo stile grafico e le funzionalità sono in linea con i precedenti lavori Apple.

Grazie a Clips l’utente potrà editare foto e video in modo semplice e intuitivo e condividerli rapidamente sui vari social network. Clips sfrutta anche i comandi vocali per inserire, ad esempio, sottotitoli in tempo reale ai propri video, con un supporto multilingue (al momento 36 lingue) in continua espansione. Sono presenti anche vari filtri e sticker da applicare alle immagini o ai video per una completa personalizzazione e ottimizzazione.

L’utente avrà accesso anche a diverse basi musicale che potrà aggiungere alle proprie clip.

Clips è già disponibile su App Store. La compatibilità è garantita ad iPhone 5S e modelli successivi. Potranno usufruire dell’applicazione anche i possessori di iPad 9.7, iPad Air, iPad Pro, iPad Mini 2 (e successivi). Sono compatibili anche gli iPod Touch con iOS 10.3.

Scritto da Michele Bellotti

Commenta!

Aggiungi qui sotto il tuo commento. E' possibile iscriversi al feed rss dei commenti.

Sono permessi i seguenti tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>