Home » Aziende & Business

Apple Pay: ottimi risultati negli USA

2 febbraio 2017 Commenta

Apple Pay, i risultati ottenuti rivelano le preferenze dei clienti USA. Ecco le incoraggianti stime fornite da TXN.

Apple PayParliamo di un servizio che per il momento non ha ancora raggiunto l’Italia. La novità potrebbe essere però introdotta a breve anche nel nostro Paese. Secondo alcuni Apple Pay potrebbe arrivare in Italia già entro pochi mesi.

Apple Pay è il sistema di pagamento realizzato dalla società di Cupertino inaugurato inizialmente negli USA e dal 2014 in fase di diffusione anche in altre zone. Il successo di questo metodo di pagamento risulta evidente dal recente report realizzato e diffuso da TXN. Stando ai dati forniti dal report l’utilizzo di Apple Pay ha fatto registrare un aumento del 50% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I risultati sono senza dubbio importanti, dato che parliamo di un servizio di pagamento ancora poco diffuso. Apple avrà tutto l’interesse nell’estendere quanto prima il servizio in modo sempre più capillare.

Il periodo analizzato riguarda i mesi di dicembre 2015 e 2016. I pagamenti tramite Apple Pay sono avvenuti tramite diversi dispositivi ma quelli che hanno fatto registrare l’incremento maggiore sono stati Apple Watch, iPhone e MacBook Pro. Questi dati rivelano l’apprezzamento degli utenti per questo metodo di pagamento. Apple vede così premiato il suo impegno per creare tale sistema, progetto da sempre sostenuto con molto impegno.

Quella di Apple Pay è una realtà in crescita e con l’apertura ad altri Paesi non potrà fare a meno di consolidarsi ulteriormente. Apple dovrà impegnarsi a fondo per fare in modo che il proprio sistema di pagamento sia accettato da più aziende possibili.

 

Scritto da Michele Bellotti

Commenta!

Aggiungi qui sotto il tuo commento. E' possibile iscriversi al feed rss dei commenti.

Sono permessi i seguenti tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>